Kontakt

Menü

Credit Suisse Asset Management

Normative

I mercati finanziari sono regolamentati per assicurarne un efficiente funzionamento. I governi e le autorità di regolamentazione in tutto il mondo hanno introdotto numerose riforme per aiutare a creare un sistema finanziario più solido.

Informazioni per gli azionisti

Credit Suisse Asset Management promuove le buone pratiche di governance mediante l’interazione con le società e l’esercizio dei diritti di voto.

Ulteriori informazioni:

Sintesi dei diritti degli investitori in fondi domiciliati nel SEE

Questo documento è una sintesi dei diritti degli investitori ai sensi del Regolamento (UE) 2019/1156 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019 in materia di distribuzione transfrontaliera degli organismi d’investimento collettivo, che modifica i Regolamenti (UE) no 345/2013, (UE) no 346/2013 e (UE) no 1286/2014 (il “Regolamento”). Uno degli obiettivi del Regolamento è fornire agli investitori una sintesi dei loro diritti in relazione agli investimenti in organismi d’investimento collettivi in valori mobiliari ai sensi della Direttiva 2009/65/CE o, in determinate circostanze, nei fondi di investimento alternativi ai sensi della Direttiva 2011/61/UE (di seguito “Fondo” o, congiuntamente, “Fondi”). 

La presente sintesi non si propone di fornire un elenco esaustivo di tutti i diritti di cui gli investitori potrebbero godere. Per maggiori informazioni si raccomanda pertanto di consultare il prospetto del Fondo in questione, la documentazione di offerta o gli altri documenti di informativa precontrattuale, oppure di contattare la società di gestione o il gestore di fondi d’investimento alternativi (“AIFM”).

Policy sui conflitti d’interesse di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA

La seguente sintesi della Policy sui conflitti d’interesse di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA illustra come gestiremo i conflitti d’interesse effettivi e potenziali che potrebbero sorgere durante la prestazione dei servizi forniti.

Dichiarazione sui principi di “best execution” di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA

La presente Dichiarazione sui principi di “best execution” (di seguito “Dichiarazione”) descrive l’approccio adottato da Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA (di seguito “CSAM”) per l’esecuzione di ordini alle migliori condizioni possibili per conto dei portafogli dei suoi clienti, ad esempio di organismi d’investimento collettivo o mandati di gestione patrimoniale per clienti istituzionali e privati.

Questa Dichiarazione, da leggere congiuntamente ai relativi allegati, riassume le norme di “best execution” applicate da CSAM, stabilite nella Policy e direttive interne di CSAM sulle “best execution” (di seguito “Policy”) e contiene tutte le informazioni rilevanti sull’esecuzione e la trasmissione di ordini da parte di CSAM ai sensi delle leggi applicabili e delle norme della Direttiva 2014/65/UE relativa ai mercati degli strumenti finanziari (di seguito “MiFID II”).

Per i clienti assistiti da entità giuridiche di Credit Suisse diverse da CSAM si fa presente che i principi di “best execution” di dette entità potrebbero essere documentati in altre Policy. Per maggiori informazioni si prega di contattare il proprio relationship manager locale.

Pubblicazioni di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA sui principi di “best execution”

La presente Relazione sulle prime cinque sedi di esecuzione e i primi cinque broker (di seguito “Report Top5”) descrive l’approccio seguito da Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA (di seguito “CSAM” o “noi”) per identificare le controparti a cui sono stati trasmessi ordini per l’esecuzione e le sedi di esecuzione presso cui sono stati eseguiti gli ordini per conto dei portafogli dei clienti.

Il Report Top5 è collegato alla Dichiarazione sui principi di “best execution” di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA (di seguito “Dichiarazione”; disponibile sul sito web di CSAM) e alla Relazione sulla qualità dell’esecuzione degli ordini (di seguito “Relazione sulla qualità di esecuzione”, anch’essa disponibile sul sito web di CSAM). Tutte le pubblicazioni seguono i recenti sviluppi e obblighi di informativa previsti dalle leggi in materia, in applicazione delle norme della Direttiva 2014/65/UE relativa ai mercati degli strumenti finanziari (di seguito “MiFID II”). In particolare, il presente Report Top5 (dedicato a una specifica classe di attivi) riguarda gli obblighi previsti dall’art. 27.6 della MiFID II, dall’art. 65.6 del Regolamento delegato (UE) 2017/565 della Commissione e dagli art. 3.1 e 3.2 del Regolamento delegato (UE) 2017/576 della Commissione (“RTS 28”).

Questa Relazione si riferisce al periodo 01.01.2020–31.12.2020. Come menzionato nel documento “Questions and Answers on MiFID II and MiFIR investor protection topics” dell’ESMA, alcuni aspetti degli obblighi previsti dall’RTS 28 sono legati alle nuove disposizioni della MiFID II o del MiFIR. Non essendo CSAM una società direttamente soggetta alle disposizioni della MiFID II, essa non è direttamente tenuta a osservare gli obblighi di “best execution”, tuttavia si adopera per rispettarli al fine di offrire ai propri clienti il miglior servizio possibile. Per tale motivo è tuttavia possibile che questa Relazione non contenga alcune delle indicazioni richieste dall’RTS 28 riguardo alle informazioni ottenute all’entrata in vigore della MiFID II. In questo caso alcuni degli accordi descritti possono rispecchiare le modifiche apportate da CSAM in preparazione e in relazione al contesto della MiFID II.

Per i clienti assistiti da entità giuridiche di Credit Suisse diverse da CSAM si fa presente che i dettagli di trasmissione ed esecuzione degli ordini di dette entità giuridiche potrebbero essere documentati in altri Report Top5. Per maggiori informazioni si prega di contattare il proprio relationship manager.

La presente Relazione sulla qualità dell’esecuzione degli ordini (di seguito “Relazione”) descrive l’approccio adottato da Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA (di seguito “CSAM” o “noi”) per monitorare la qualità dell’esecuzione degli ordini trattati per conto dei portafogli dei clienti sulla base di accordi conclusi per ottenere l’esecuzione degli ordini alle migliori condizioni possibili.

Questa Relazione è collegata alla Dichiarazione sui principi di “best execution” di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA (di seguito “Dichiarazione”; disponibile sul sito web di CSAM). Sia la presente Relazione che la Dichiarazione illustrano l’approccio di CSAM alla validazione della qualità dell’esecuzione degli ordini. Entrambe le pubblicazioni seguono i recenti sviluppi e obblighi di informativa delle leggi in materia, in applicazione delle norme della Direttiva 2014/65/UE relativa ai mercati degli strumenti finanziari (di seguito “MiFID II”). In particolare, la presente Relazione sulla qualità dell’esecuzione degli ordini (dedicata a una specifica classe di attivi) riguarda gli obblighi previsti dall’art. 27.6 della MiFID II e dall’art. 3 del Regolamento delegato (UE) 2017/576 della Commissione (“RTS 28”).

Questa Relazione si riferisce al periodo 01.01.2020–31.12.2020. Come menzionato nel documento “Questions and Answers on MiFID II and MiFIR investor protection topics” dell’ESMA, alcuni aspetti degli obblighi previsti dall’RTS 28 sono legati alle nuove disposizioni della MiFID II o del MiFIR. Non essendo CSAM una società direttamente soggetta alle disposizioni della MiFID II, essa non è direttamente tenuta a osservare gli obblighi di “best execution”, tuttavia si adopera per rispettarli al fine di offrire ai propri clienti il miglior servizio possibile. Per tale motivo è tuttavia possibile che questa Relazione non contenga alcune delle indicazioni richieste dall’RTS 28 riguardo alle informazioni ottenute all’entrata in vigore della MiFID II. In questo caso alcuni degli accordi descritti possono rispecchiare le modifiche apportate da CSAM in preparazione e in relazione al contesto della MiFID II.

Per i clienti assistiti da entità giuridiche di Credit Suisse diverse da CSAM si fa presente che la qualità dell’esecuzione degli ordini di dette entità potrebbe essere documentata in altre Dichiarazioni e Relazioni di “best execution”. Per maggiori informazioni si prega di contattare il proprio relationship manager.

Ombudsman di Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA

La preghiamo di contattarci appena possibile qualora il servizio fornito da Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA non la soddisfacesse appieno. Sarà nostra cura cercare di risolvere il problema il più presto possibile. Il modo più veloce per chiarire ogni eventuale dubbio è contattare il suo referente abituale presso Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA, il quale farà il possibile per rispondere a ogni sua domanda. 

Può inoltre scriverci all’indirizzo:

Credit Suisse Asset Management (Svizzera) Ltd.
COO Office
Kalandergasse 4
8070 Zurigo
Svizzera
Fax: +41 44 333 22 50

È nostro preciso impegno cercare di risolvere qualsiasi dubbio da lei sollevato. Qualora tuttavia la nostra soluzione non dovesse soddisfarla, può rivolgersi al Finanzombudsstelle Schweiz.

Finanzombudsstelle Schweiz (FINOS)

Talstrasse 20
CH-8001 Zurigo
Svizzera

Le opportunità del risparmio gestito

Il nostro approccio alle opportunità d’investimento garantisce accesso a soluzioni innovative in tutte le classi d’investimento. Scoprite di più sulla nostra offerta e il valore aggiunto che possiamo realizzare per il vostro portafoglio.